19 Maggio 2019 – «Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri»

19 Maggio 2019 – «Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri»


V DOMENICA DI PASQUA (ANNO C)


Carissimi, amarsi gli uni gli altri non è un invito nuovo: la novità del Vangelo è di poter seguire questo amore fin dove il Signore Gesù l’ha condotto, fino al dono totale della sua vita e fino all’amore verso i nemici. – Oggi si celebra la Giornata di sensibilizzazione per il sostegno economico alla Chiesa cattolica.


PRIMA LETTURA (At 14,21-27)

Riferirono alla comunità tutto quello che Dio aveva fatto per mezzo loro.

Dagli Atti degli Apostoli

 

In quei giorni, Paolo e Bàrnaba ritornarono a Listra, Icònio e Antiòchia, confermando i discepoli ed esortandoli a restare saldi nella fede «perché – dicevano – dobbiamo entrare nel regno di Dio attraverso molte tribolazioni».

Designarono quindi per loro in ogni Chiesa alcuni anziani e, dopo avere pregato e digiunato, li affidarono al Signore, nel quale avevano creduto. Attraversata poi la Pisìdia, raggiunsero la Panfìlia e, dopo avere proclamato la Parola a Perge, scesero ad Attàlia; di qui fecero vela per Antiòchia, là dove erano stati affidati alla grazia di Dio per l’opera che avevano compiuto.

Appena arrivati, riunirono la Chiesa e riferirono tutto quello che Dio aveva fatto per mezzo loro e come avesse aperto ai pagani la porta della fede.

 

Parola di Dio


SALMO RESPONSORIALE (Sal 144)

Rit: Benedirò il tuo nome per sempre, Signore.

Misericordioso e pietoso è il Signore,

lento all’ira e grande nell’amore.

Buono è il Signore verso tutti,

la sua tenerezza si espande su tutte le creature.

 

Ti lodino, Signore, tutte le tue opere

e ti benedicano i tuoi fedeli.

Dicano la gloria del tuo regno

e parlino della tua potenza.

 

Per far conoscere agli uomini le tue imprese

e la splendida gloria del tuo regno.

Il tuo regno è un regno eterno,

il tuo dominio si estende per tutte le generazioni.


SECONDA LETTURA (Ap 21,1-5)

Dio asciugherà ogni lacrima dai loro occhi.

Dal libro dell’Apocalisse di san Giovanni apostolo

 

Io, Giovanni, vidi un cielo nuovo e una terra nuova: il cielo e la terra di prima infatti erano scomparsi e il mare non c’era più.

E vidi anche la città santa, la Gerusalemme nuova, scendere dal cielo, da Dio, pronta come una sposa adorna per il suo sposo.

Udii allora una voce potente, che veniva dal trono e diceva:

«Ecco la tenda di Dio con gli uomini!

Egli abiterà con loro

ed essi saranno suoi popoli

ed egli sarà il Dio con loro, il loro Dio.

E asciugherà ogni lacrima dai loro occhi

e non vi sarà più la morte

né lutto né lamento né affanno,

perché le cose di prima sono passate».

E Colui che sedeva sul trono disse: «Ecco, io faccio nuove tutte le cose».

 

Parola di Dio


Canto al Vangelo (Gv 13,34)

Alleluia, alleluia.

Vi do un comandamento nuovo, dice il Signore:

come io ho amato voi, così amatevi anche voi gli uni gli altri.

Alleluia.


VANGELO (Gv 13,31-35)

Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri.

+ Dal Vangelo secondo Giovanni

 

Quando Giuda fu uscito [dal cenacolo], Gesù disse: «Ora il Figlio dell’uomo è stato glorificato, e Dio è stato glorificato in lui. Se Dio è stato glorificato in lui, anche Dio lo glorificherà da parte sua e lo glorificherà subito.

Figlioli, ancora per poco sono con voi. Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri. Come io ho amato voi, così amatevi anche voi gli uni gli altri.

Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli: se avete amore gli uni per gli altri».

 

Parola del Signore


PREGHIERA DEI FEDELI                    

C – Fratelli e sorelle, le domeniche del Tempo di Pasqua ci preparano al rinnovato dono dello Spirito Santo per essere fedeli e credibili testimoni del Risorto. Invochiamo questo dono per tutta la Chiesa, per ciascuno di noi e per il mondo intero.

Lettore – Innalziamo la nostra preghiera dicendo insieme:

A – Manda, Signore, il tuo Santo Spirito.

  1. Perché ogni comunità cristiana renda visibile la Chiesa di Dio, quale immagine dell’umanità redenta, sale della terra e luce del mondo, preghiamo:
  2. Perché la buona notizia del Cristo risorto raggiunga tutte le periferie geografiche ed esistenziali attraverso l’azione missionaria della Chiesa e la fedele testimonianza di ogni battezzato, preghiamo:
  3. Perché, come discepoli di Gesù, manifestiamo la nostra fedeltà al Vangelo attraverso l’attenzione ai più deboli e ai più sofferenti, il rispetto delle diversità, il dialogo fraterno e l’autentica carità, preghiamo:
  4. Perché da questa assemblea eucaristica si diffondano nelle nostre case, nei luoghi di lavoro e in ogni altro luogo d’incontro, uomini e donne capaci di esprimere, ad immagine di Cristo, la gratuità dell’amore di Dio, preghiamo:

Intenzioni della comunità locale.

C – Donaci, Signore, la luce e la forza del tuo Santo Spirito perché possiamo renderti un culto gradito con la nostra vita ed essere un giorno partecipi della gloria del tuo Figlio risorto. Egli vive e regna nei secoli dei secoli.

A-Amen