Lunedì 17 Agosto 2015: Solenne Pontificale in onore di San Rocco


SOLENNE PONTIFICALE IN OCCASIONE DELLA FESTA DI SAN ROCCO

LA SANTA MESSA E’ STATA PRESIEDUTA DA P. MICHELE PETRUZZELLI 

ABATE DELLA BADIA DI CAVA DI TIRRENI

HANNO CONCELEBRATO DON ADRIANO D’AMORE

E DON FRANCESCO SESSA PARROCO DI BORGO


_DSC3650 (Medium)


Carissimi, anche quest’anno la comunità di San Valentiniano Vescovo in Banzano di Montoro, ha celebrato in Solenne Pontificale in onore del Santo Patrono Rocco da Montpellier, Pellegrino di carità e dispensatore della misericordia di Dio. All’inizio della Santa Messa presieduta da P. Michele Petruzzelli Abate della Badia di Cava di Tirreni, e con la concelebrazione di Don Francesco Sessa Parroco di Borgo,  la XXXI Fiaccola della Pace proveniente da Torre Paduli (LE) e da Savoia di Lucania (PZ), ha fatto il suo arrivo a Banzano accolta dall’intera comunità che come tutti gli anni vive questo momento con entusiasmo, commozione e devozione. I quasi 100 tedofori della “Fiaccola della Pace” di Banzano hanno compiuto la loro missione. La fiaccola che hanno portato in staffetta per le strade principali percorse durante l’itinerario pre-stabilito, è stata accesa nel tripode in piazza San Rocco. Durante l’omelia, P. Michele Petruzzelli ha sottolineato l’importanza di imitare quelle virtù che hanno caratterizzato la vita del  nostro Santo Patrono Rocco, quel uomo che non ebbe il coraggio di fare una scelta così radicale perché era posseduto dai suoi molti bene, Rocco, invece, abbandona tutto perché è un giovane che ama rischiare, che ha scommesso tutto su Gesù, che ha puntato la partita della sua vita su di Uno che non delude, che non ti impoverisce, che non ti spegne. Il viaggio di quest’uomo è iniziato da un movimento del cuore; da una forza dentro che non è riuscito a controllare e che lo ha spinto oltre se stesso, i suoi limiti, il suo egoismo. Capita anche a ciascuno di noi quando siamo raggiunti da un semplice sguardo d’amore fosse quello dei genitori, di un amico o della persona con la quale condividiamo i nostri sentimenti. Rocco nel suo viaggio non è un navigatore solitario, non sta fuggendo dalla realtà che lo circonda, non è deluso dalla vita alla ricerca di nuove avventure. È, invece, un pellegrino perché ha una meta da raggiungere. Bastone, mantello, cappello, borraccia e conchiglia sono i suoi ornamenti; la preghiera e la carità la sua forza; Gesù Cristo la sua gioia e la sua santità. Buona e Santa festa di San Rocco.



 




Ti potrebbero intressare anche...

Questo post ha ricevuto 3.661 visite
Collegati | WebMail | Privacy e Note utilizzo del sito | C.F: 92009880649