Sacramenti

I Sacramenti A.D 2017  

A evitare che i Sacramenti scadano a segni vagamente religiosi chiusi in se stessi, posti con scarsa convinzione di fede e senza volontà di impegno ecclesiale, essi esigono una preparazione, una degna celebrazione e una vita cristiana coerente. Il gesto liturgico, infatti, non s’improvvisa né deve rimanere senza futuro. Ogni celebrazione presuppone un cammino pre-liturgico e apre a un impegno post-liturgico. La preparazione ai sacramenti è un segno di rispetto per il Signore, che in essi opera, e per le stesse persone che li chiedono, affinché prendano coscienza del significato dei gesti che pongono e degli impegni da essi derivanti (cfr. CEI, Evangelizzazione e Sacramenti, nn. 54.63-68).

ARCIDIOCESI Salerno-Campagna-Acerno; Direttorio per la celebrazione dei Sacramenti Salerno 2012


Il Battesimo inizio della vita eterna

Il Battesimo, purificando dal peccato originale, dona la vita divina, trasforma radicalmente e definitivamente l’ uomo. Così ne adempie anche il più intimo desiderio di divino e di eternità. Mediante l’acqua e l’effusione dello Spirito (Gv 3), il Battesimo rende partecipi del mistero pasquale di morte e risurrezione (Rm 6,4; Col 3,1-23) e perciò esso è rinascita e nuova creazione (Gv 3,5;2 Cor 5,17). Esso è la vera circoncisione (Col 2,11-12), unisce a Cristo quali tralci alla vite (Gv 15,1) e fa rinascere a vita divina ed eterna (Gv10,10; Col 2,13), facendo dei battezzati una famiglia di “figli nel Figlio” (Sant’Agostino). Perciò il Battesimo è un tesoro di grazia, che dona una dignità immensa, impegna a vivere da risorti (Rm 12) con fede, speranza e carità (1Cor. 13) e prepara alla resurrezione totale (Rm 8; 1Cor 15 ).

 

  • Celebrazione del Sacramento del Battesimo;  1ª e ultima Domenica del mese ore: 10.30 presso la Chiesa di San Valentiniano Vescovo.

 


 La Prima Comunione

La 1ª Comunione eucaristica non è un rito a sé stante, ma si colloca nel complesso unitario e indivisibile dell’iniziazione cristiana, di cui è il vertice: si tratta, infatti, di un vero e proprio anniversario battesimale, il segno più alto dell’incorporazione a Cristo. Inoltre la ” prima Comunione” non è da presentare in senso statico, semplicemente come momento ” magico” in cui si riceve la santa Ostia, con tanto di foto e preghierina sentimentale sull’immaginetta- ricordo. Essa invece va vista come evento sacramentale dinamico, cioè come partecipazione piena al Messa, di cui occorre presentare le parole e i gesti, per introdurre i fanciulli a percepirne i contenuti biblici di memoriale, alleanza, sacrificio, convito.

Per essere ammessi alla Ia Comunione eucaristica, siano richieste:

  1. La frequenza assidua e proficua agli incontri di catechismo parrocchiale per almeno 2 anni, come indicato dalla CEI e dal Piano Pastorale
  2. La partecipazione alla messa domenicale; ( CEI Il volto missionario…, n.7)
  3. La preparazione specifica alla Messa di 1a Comunione;
  4. non è opportuno collegare automaticamente la celebrazione dei sacramenti con la frequenza scolastica.

 

  • Percorso di formazione cristiana per i genitori ogni domenica dal mese di Gennaio fino all’ultima domenica del mese di aprile presso la Chiesa di San Rocco alle ore 16.30, a partire da domenica 22 gennaio 2017.
  • Martedì 25 Aprile 2017 ritiro spirituale per i genitori e i fanciulli di prima Comunione.

  • Domenica 21 Maggio 2017, sesta domenica di Pasqua: 1° turno di Prima Comunione Ore 10.30
  • Domenica 4 Giugno 201, Solennità della Pentecoste, 2° Turno di Prima Comunione Ore 10.30

L a Cresima sacramento dello Spirito Santo

La Cresima non è un sacramento superfluo né un duplicato del Battesimo: vi fa riferimento, ma ne è  distinto. Infatti, nella storia della salvezza, L’Azione dello Spirito Santo e duplice: chiama e invia, costituisce in un rapporto intimo con Dio e rende capaci di operare in nome di Dio, comunica un dono e affida una missione. Cresima significa ” unzione ” , cioè consacrazione per una missione: essa suscita una Chiesa a servizio del regno di Dio e dell’umanità. Il Battesimo costituisce i figli di Dio, incorporandoli alla Chiesa. Ma in questo corpofamiglia ciascun membro deve scoprire il suo ruolo particolare per il servizio di tutti. Lo Spirito Santo nella Cresima aiuta il battezzato a discernere  con quale ” ministero” specifico vivrà la sua figliolanza divina. la Cresima rende perenne nella Chiesa la grazia della Pentecoste. Perciò questo Sacramento si chiama anche ” Confermazione”,  perché è come l’ esplicitazione e l’avvenire del Battesimo.

  • Ritiro spirituale per i ragazzi di terza media nei giorni 6- 7 Maggio 2017
  • Domenica 14 Maggio 2017, Ore 10.30: Conferimento della Santa Cresima per i ragazzi e i giovani nella Chiesa di San Valentiniano.

 
Sacramento del Perdono frutto della Pasqua 
 
Gesù di Nazareth, con la predicazione e le opere, rivelò il cuore misericordioso del Padre. Egli accolse con bontà i peccatori, assicurando che in cielo si fa gran festa, quando un peccatore si converte e inizia una vita nuova ( Lc 15.7.10). Momento culminante dell’opera conciliatrice di Gesù fu l’offerta della sua vita in croce, quando egli per tutti chiese e ottenne il perdono del Padre (Lc 23,33) e anche a noi, come al ladrone pentito, apri il cielo ( 23,44). Risorto dalla morte, il Signore Gesù comunicò alla sua Chiesa la grazia del perdono quale frutto della Pasqua ( Gv 20,21-23). Così la comunità cristiana, continuando l’opera del Redentore, è costituita segno e luogo concreto di riconciliazione (cfr. 2Cor 5,19). Il sacramento con cui la Chiesa riconcilia i peccatori è davvero un dono di grazia; anzi, come dice esattamente la parola ” per-dono”, è davvero un dono” da apprezzare come prezioso e necessario, perché ” sbagliamo in molte cose” (Gc 3,1 ),  tutti siamo peccatori e bisognosi di misericordia” ( Rm 3,23). Con questo sacramento la Chiesa “confessa”, cioè riconosce le colpe dei suoi figli, ma innanzitutto proclama la santità di Dio e le meraviglie del suo amore, che si china sulle nostre miserie umane per sanarle e farci risorgere a vita nuova.
 
 
  • Martedì 11 Aprile 2017: liturgia penitenziale quaresimale presso la Chiesa di San Rocco alle ore 20.00
  • Venerdì 12 Maggio 2017: liturgia penitenziale per i ragazzi e i giovani della cresima con i loro padrini presso la Chiesa di San Rocco alle ore 20.30
  • Sabato 22 Aprile 2017:  liturgia penitenziale per i fanciulli della quarta elementare a conclusione del percorso di fede in preparazione alla prima confessione presso la Chiesa di San Rocco alle ore 16.00

 


Sacramento dell’unzione dei malati e Viatico
 
L’ Unzione dei malati e il Viatico sono i sacramenti del conforto cristiano. Il fratello che soffre ha bisogno di sentire che non è solo nella sua lotta contro la malattia e la disperazione. Visitare gli infermi, ricordarli nella preghiera domenicale dei fedeli, inviare loro il pane eucaristico sono gesti di fede e di carità. Stanno a indicare che i aliti non sono né separati né dimenticati dalla comunità; essi sono i membri più cari, bisognosi di assistenza, ma anche capaci di aiutare la Chiesa e il mondo con la loro sofferenza e la loro preghiera. Sacerdoti e ministri straordinari compiano con diligente amore questo ministero delicato e importante: essi portano ai fratelli Cristo eucaristico, ma incontrano in essi Cristo sofferente e orante.
 
 
  • Dal mese di ottobre  al mese di giugno ogni primo venerdì del mese visita agli ammalati della comunità alle ore 15.00
  • Sabato 11 Febbraio 2017, memoria liturgica della Madonna di Lourdes e 25ª Giornata Mondiale del Malato, sarà conferito il Sacramento dell’Unzione agli infermi presso la Chiesa di San Rocco alle ore 18.30.
 

Sacramento del Matrimonio segno delle nozze di Cristo con la sua Chiesa
 
Il matrimonio non è stato inventato dalla Chiesa, e neppure da Cristo. Esso nacque con l’uomo stesso, il quale fu creato maschio e femmina (Gen 1,27,5,2). Perciò l’uomo non basta a se stesso (Gen2,18.20), ma avverte una forte spinta ad uscire da sé a dal suo ambiente familiare, per intessere nuove relazioni: egli si sente pienamente  realizzato nell’incontro col suo essere  corrispondente, che percepisce come parte di sé ( Gen 2,33). Il matrimonio è stato voluto da Dio, è un suo dono; anzi, l’amore sponsale manifesta il volto di Dio-amore, la cui vita trinitaria è sostanziata di relazioni interpersonali. Uomo e donna, fatti immagine di Dio, se vivono l’    amore e donano la vita, rivelano il loro Creatore, la cui più vera identità e il cui agire è solo e sempre l’amore (1Gv 1,6;Gv3,16).
 

ELENCO ANNUALE SACRAMENTI 2017


SACRAMENTO DEL BATTESIMO:

  1. Sabato 6 Gennaio 2018: Testa Leonardo Pio;
  2. Domenica 14 Gennaio 2016: Vietri Ludovica;

SACRAMENTO DELLA 1ª COMUNIONE:


SACRAMENTO DELLA CONFERMAZIONE: 


SACRAMENTO DEL MATRIMONIO:


DEFUNTI:

  1. Lunedì 8 Gennaio 2018: Ciuci Mario;

ARCHIVIO SACRAMENTI ANNO 2012: Elenco completo Sacramenti 2012

ARCHIVIO SACRAMENTI ANNO 2013: Elenco Completo Sacramenti 2013

ARCHIVIO SACRAMENTI ANNO 2014: Elenco completo Sacramenti 2014

ARCHIVIO SACRAMENTI ANNO 2015: Elenco completo Sacramenti 2015

ARCHIVIO SACRAMENTI ANNO 2016: Elenco completo Sacramenti 2016

ARCHIVIO SACRAMENTI ANNO 2017: Elenco completo Sacramenti 2017


Questo post ha ricevuto 6.201 visite
Collegati | WebMail | Privacy e Note utilizzo del sito | C.F: 92009880649